Le più belle strade motociclistiche d’Europa

Come motociclisti, siamo sempre alla ricerca di belle strade, da percorrere ma soprattutto da godere. Ora conosciamo i passaggi standard e i top. Siamo andati alla ricerca dell’oro nero meno conosciuto. Abbiamo chiesto a questo esperto e appassionato dell’esperienza Carlo di Horizon Motor Reizen. Divertiti con noi e lasciati ispirare.

Francia / Italia

Località: Francia, Isola 2000 / Italia, Cuneo ( Col de la Lombarde . 2350 mtr)

Posizione GPS: Lunghezza del collegamento

42 km

Punti forti: Viste mozzafiato e belle curve

Organizzato: circuito di 75 passaggi

In questa regione della Francia ci sono molti passi famosi come il Col de La Bonette. Questa strada di confine tra Francia e Italia passa attraverso il Col de la Lombarde, tuttavia, è completamente sconosciuta. Questa strada di 42 km attraversa la frontiera e offre una vista mozzafiato tra le montagne su una strada stretta. Si risale la strada dalla Francia e nel punto più alto, a 2350 metri, si trova il passaggio di frontiera con l’Italia. La vista da qui è fenomenale.

Spagna settentrionale

Località: Spagna, Picos de Europa (Posada de Valdeon)

Posizione GPS: Lunghezza del collegamento

8 km

In evidenza: Serpeggiando attraverso la gola

Organizzato da: Spagna del Nord – Portogallo

A soli 40 km dalla costa atlantica (compresa la magnifica Costa Verde) si trova la catena montuosa più spettacolare della Spagna e una delle più belle d’Europa. È una catena montuosa selvaggia e maestosa tra i fiumi Deva e Sella, con pareti verticali, valli profonde e cime frastagliate. Nel Medioevo, i marinai chiamavano queste belle montagne i « Picos de Europa ». Per loro, erano il primo punto di riconoscimento al ritorno dal mare. Dalla costa, i prati collinari portano alle montagne mozzafiato, il cui punto più alto è Torre Cerredo (2640 m).

Questa strada vi porta in 8 km al villaggio di Cain de Valdeon. All’inizio, si attraversano prati verdi su una strada stretta e peggiore, ma dopo alcuni chilometri, i prati verdi si sono trasformati in alte rocce frastagliate lungo un torrente che scorre veloce. Dopo ogni curva, la vista cambia e la temperatura scende di 10 gradi. Si passano diversi piccoli ponti per attraversare il torrente da sinistra a destra. Una volta arrivati al villaggio, si crea un’oasi di pace tra queste potenti montagne. Se avete tempo di camminare nella gola vicino all’acqua, è davvero consigliato!

Croazia: Sveti Jure nel Parco Naturale di Biokovo

Località: Croazia, Sveti Jure nel Parco Naturale di Biokovo

Posizione GPS: Lunghezza del collegamento

45 km

Punti forti: Meravigliosa strada tortuosa con vista sulla costa croata.

Organizzazione: Croazia e Bosnia ed Erzegovina

L’impressionante catena montuosa di Biokovo si trova lungo la costa della Riviera di Makarska nella Dalmazia meridionale. Ciò che rende questa montagna così speciale è il suo ripido pendio molto vicino alla costa. Questo è qualcosa che si trova solo in pochissimi posti in Europa. Questo significa che si può anche vedere il continente italiano in una giornata limpida. Si guida su una strada stretta e difficile fino ad un’altezza di 1762 m su una strada dove le viste cambiano continuamente. Prima si attraversa il bosco e lentamente ma inesorabilmente si trasforma in una specie di paesaggio lunare. Con la possente cima come obiettivo. La vista rimane magica lungo tutta la passeggiata. Ciliegina sulla torta, si può vivere la vista ancora più intensamente sulla passeggiata in vetro del cielo.

Slovenia

Località: Slovenia, Strmec na Predelu

Posizione GPS: Lunghezza del collegamento

: 22 km

Punti forti: Strada stretta e alta con viste impressionanti del paesaggio.

Organizzato da: Tyrol / Carinthia

Se si attraversa il confine sloveno dal Lago del Predil dall’Italia attraverso la SS54 / 203, si può presto girare a sinistra sulla piccola e stretta 902. Questa strada continua ti porta attraverso una varietà di curve, tornanti, pendii ripidi e gallerie fino al punto più alto del Passo del Mangart. È un vicolo cieco con poco traffico. All’inizio di questa strada c’è una piccola capanna di legno gestita da studenti che fanno pagare cinque euro di pedaggio per questa strada. Dato l’uso dei sedili a secchiello di plastica sul bordo, si potrebbe quasi pensare che questo sia un buon reddito extra non ufficiale per lo studente intelligente.

La strada è di buona qualità e inizia in una zona boscosa e si apre sempre di più man mano che si sale. Ad un certo punto, si passa attraverso un tunnel che va fuori strada, che gira di 270 gradi con la strada per entrare nel tunnel successivo che si trova sopra il tunnel da cui si è appena usciti. La strada invita a fermarsi più volte e a godersi la vista. Si può fare un giro nel punto più alto. Qui si può anche fare una breve passeggiata. Questo anello è talvolta chiuso a causa della minaccia di cadute di massi o delle varie pietre che hanno bloccato la strada durante il giorno. Nel punto più alto sei (ancora) a soli 20 metri dal confine italiano.

Dopo questo passo, il percorso continua attraverso la Slovenia attraverso una gola (percorso 203) lungo il fiume Koritnica con il dolce il passo Vrisic torna a Kranjska Gora e il confine italiano.

Inghilterra

Posizione: Kirkstone Road / The Struggle – Lake District

Posizione GPS: Lunghezza del collegamento

14 km

Punti forti: Strada stretta e molto ripida con alcune delle migliori cose che il Lake District ha da offrire.

Organizzato da: Triumph Factory Tour e Lake District 

Nel mezzo del Lake District si trova il grande lago Windemere, situato nel centro. All’estremità nord del lago si trova la caratteristica cittadina di Ambleside. Da lì si inizia la strada per il Passo di Kirkstone. Piccolo, ripido, eccitante e mozzafiato. Il cartello di avvertimento con una pendenza del 20% sembra sottostimare l’aumento reale. Prima di aver visto questo cartello, avete già affrontato la prima salita di questo tipo nella città.

La strada è inizialmente stretta e poco chiara a causa della vegetazione e dei muri direttamente lungo la strada. Davvero una strada a una corsia, come si vede soprattutto in Inghilterra. Presto il paesaggio si apre a voi con una vista mozzafiato. I muri di pietra impilati rimangono, ma la vegetazione è stata sostituita da vasti prati sopra le valli e le cime delle montagne. L’ultima parte di questo passo è la più ripida e si potrebbe quasi credere che l’ente stradale abbia fatto un errore con « solo » il 20% di pendenza. Vale davvero la pena fermarsi qui per dare un’occhiata al paesaggio. Dopo di che, ripartire richiede un buon sentimento con la frizione, il pedale del freno e soprattutto molta benzina!

Di cosa ho bisogno nel mio bagaglio?
Consigli per il campeggio con la moto